Tuesday, 30 July 2013

La FamigliaInSe va in Montagna - Firuli Firula

La mammaInSe vive in uno strano stato di apnea, in cui alla mattina fa un bel respiro, trattiene il fiato e si butta nella giornata, correndo e guardandosi sempre alle spalle. Fra una casa che dovrebbe essere in costruzione ma che, piu' che altro, e' in demolizione, una casa da vendere, bambini da gestire ed immani ceste di panni da lavare. Ogni tanto si ricorda anche di buttare quattro cose sulla tavole alla rinfusa e le chiama pranzo o cena a seconda dell'orario della giornata.
In questa estate matta in cui invece che godersi il solicino caldo di Londra, passa le sue giornate nella casa cantiere, o a scegliere cucine, o bagni o piastrelle o finestre o porte.....e' riuscita anche ad andare in vacanza per una settimana con tutta la famigliInSe piu' amici.

Una certa blogger un po' matta che mi fa scompisciare dalle risate e che ha un blog con un nome delizioso che sembra sbucato da qualche fiaba (Il Lupo Nelle Fragole), e' stata di recente sull'Alpe di Siusi e ha fatto un suntino del suo viaggio su Trashic.
Lei e' andata sull'alpe esattamente 2 settimane prima della famigliaInSe ed ha terrorizzato la mammaInSe con foto di nevicate sovrumane e temperature natalizie che hanno costretto la mammaInSe a rifugiarsi da decathlon e fare incetta dn pile e felpe a non finire.
Due settimane dopo, chiaramente, la temperatura ha raggiunto massime mai provate sull'alpe e le felpine ed i pile non li ho tirati fuori dalla valigia neppure per la passeggiatina digestiva serale!

Valigia cannata a parte, la vacanza e' stata meravigliosa.

La prima mattina, alla frequenza di 5 lamenti e 4 urla lancinanti per metro di strada percorso dalla Bibi, siamo entrati nel primo dei millemila negozi di sport dell'Alpe (che se ti serve la scarpetta tecnica, i ramponi o la borraccia al titanio li trovi di sicuro sull'altopiano, ma prova a comprare due banane ed uno yogurt e come minimo ti devi fare 20minuti sulla funivia) e ci siamo attrezzati di super passeggino a tre ruotone ammortizzate.
Quella fetente di mia figlia, si proprio lei che quando aveva due anni ed io ero incinta metteva su spettacoli da esorcista al solo tentativo di farla sedere su un passeggino, si e' appropriata del mostro a 3 ruote e ne e' stata estratta a forza solo una settimana dopo, dietro minaccia di essere restituita al negozio di sport insieme al passeggino!
Il Bibo si e' trovato un habitat piacevolmente comodo sulle spalle di Mr.M.: una volta sullo zaino, dopo tre passi e quattro sorrisi, cadeva in un sonno catatonico, da cui veniva risvegliato solo dall'odore di canederli e frittate al mirtillo una volta raggiunta la baita.
Mr.M., dal canto suo, alla mattina si faceva il segno di croce, si caricava un bambino sulle spalle, l'altra sul passeggino e partiva al galoppo con la zavorra familiare, sguardo basso e mascella contratta, concentrando in una settimana tutto lo sport e lo sforzo fisico che non ha il tempo di fare durante l'anno. Ho tentato di farmi trasportare anche io, ma l'unica soluzione sarebbe stata quella di fargli trainare anche un carrettino, e nel negozio di sport li avevano finiti!

Temevo che i bambini in albergo sarebbero stati ingestibili e di dover sopportare gli sguardi di disapprovazione degli altri clienti dell'albergo.
Ed invece con mio profondo gaudio, i bambini in albergo sono davvero stati ingestibili, hanno gettato immense quantita' di cibo per terra, hanno sputacchiato sulle tovaglie immacolate, hanno rovesciato intere bottiglie di succo di frutta, hanno urlato, pianto, schiamazzato e si sono alzati da tavola ogni 5 minuti, MAAAAA.... gli altri clienti dell'albergo erano in situazioni anche peggiori della mia.
C'era quello con 4 figli, quello con 2 gemelli di 22 mesi e quello col neonato con le coliche, tanto per citarne qualcuno fra i piu' fortunelli!

Insomma, in questo generale clima anarchico, fra piatti di cibo delizioso ed una decina di bambini che scorrazzavano felici, sporchi e rumorosi, noi genitori siamo anche riusciti a rilassarci, mettere su un paio di chili e farci quattro grasse risate.
Quelli un po' meno rilassati e che a fine settimana mostravano uno strano ghigno schizofrenico, erano i camerieri dell'albergo e colgo l'occasione per porgere loro le piu' sentite scuse e di cospargermi anche un po' il capo di ceneri!


10 comments:

  1. Per me era già un trauma andare in pizzeria/ristorante quando erano piccoli. All'albergo non sarei sopravvissuta e neanche alle occhiate dei camerieri.. Posso consolarmi, adesso che sono grandi? No, perché litigano in continuazione. Contenta che tu abbia "staccato" dal cambio casa. Ci voleva, eh?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahah avresti dovuto vedere la bolgia infernale che diventava quell'albergo all'ora di cena, ed il Bibo che raccattava il cobo caduto a terra dagli altri tavoli O_o. Se continua cosi c'ho le vacanze di natale e di Pasqua prima di cambiar casa ;)

      Delete
  2. Matta? Io? E da che pulpito...
    fantastica. Te l'avevo detto io che sarebbe tornato il caldo quando arrivavi tu, quindi non darmi colpe veh?
    L'anno prossimo ci sincronizziamo? Così i nostri pargoli possono gettare cibo a profusione insieme.
    Forse te lo sei perso, prima di Trashic dell'Alpe avevo già parlato qui: http://illuponellefragole.blogspot.it/2013/07/non-ci-siamo-fatti-mancare-niente.html
    Con nevicata annessa :-D

    ReplyDelete
    Replies
    1. E' che il freddo vero mi terrorizza!! E se poi nevicava e io c'avevo i bimbi coi sandali??

      Delete
  3. Povero Mr. M.!! Quando dormono i piccoli sulle spalle sono come macigni. Io all'alpe di Siusi sono stata in inverno e l'ho trovata veramente speciale. Che bello trovare un'atmosfera tale da non sentirsi mortificati dal comportamento dei propri figli! Anche i miei si fanno sempre riconoscere!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Era piu' una roba tipo mal comune mezzo gaudio, un riflettersi di sfighe e stanchezza fra un tavolo e l'altro ;)

      Delete
  4. E io che credevo che certe scene succedessero solo alla mia famiglia in vacanza. L'alpe di siusi sembra un posto meraviglioso, mi hai fatto venire la curiosità di andarci (per me la montagna è mooolto più rilassante del mare per i bambini)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Macche' siam tutti messi male allo stesso modo! Fare figure meschine durante le vacanze fa parte del bagaglio di storie da raccontare ai nostri figli quando crescono!!

      Delete
  5. Il posto pare davvero splendido..
    Quest'anno il mare ci aspetta, chissà che il prossimo non sia la montagna ;-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Noi faremo mare fra 2 settimane e poi ti sapro' dire che cosa ci ha rilassato di piu'!!
      IN generale sono dell'idea che il mare e' fantastico quando i bimbi sono abbastanza grandi da passare le giornate a fare castelli di sabbia e giocare a pallone sulla spiaggia. quando invece devi passare le giornate ad evitare che anneghino o che si mangino meduse morte e chili di sabbia....mehhhh

      Delete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...